lunedì, Novembre 28, 2022

Ultimi articoli

Le chat di Ciro Grillo e gli amici: “Lei all’inizio sembrava che non volesse”

Continuano le indagini per fare chiarezza sul presunto stupro ai danni di una giovane ragazza di 19 anni da parte di Ciro Grillo, figlio del garante del M5S e degli altri amici Edoardo Capitta, Francesco Corsiglia e Vittorio Lauria.

Negli ultimi giorni sono stati pubblicati e resi noti i contenuti delle chat tra il gruppo dopo il rapporto. Alle 14.15 del 17 luglio Capitta, come scrive il Corriere della Sera, parla in chat con un amico «No, non puoi capire», scrive. «Cosa?», chiede l’altro. «No… 3 vs 1 stanotte, lascia stare». «Spiega meglio» insiste l’amico. «No, no, sì, poi ti farò vedere». «Ma con una tipa?». «Ma no, guarda… ero ubriaco marcio. Frate te lo giuro». «Ma chi eravate? Te, Corsi e Ciro?». Risposta: «3 vs 1 , ovvio. Ma io veramente alle dieci del mattino ero ubriaco marcio… bevuto beverone alle nove». «Chi era questa?». «Ma che ne so… Poi vi racconterò, ora non si può ancora». «Mi fai morire», commenta l’amico. «Comunque – risponde Capi – c’era il cameramen. Sai che non me le faccio scappare ‘ste occasioni. 4 video facili… Poi vi farò vedere tutto. Se vuoi ti chiamo e ti racconto un po’». «Ti chiamo io dopo», propone l’amico. E Capitta: «Se sono ancora vivo. Ora sono morto. Siamo andati al Billionaire, tutti 50 hanno messo». «Sei un idolo», risponde l’altro.

Continua «Poveraccia». E Capitta: «All’inizio non sembrava che volesse». «Leggendo questa conversazione gli inquirenti hanno saputo che erano quattro – non uno – i video girati – si legge nell’articolo – Alla domanda ‘Ma chi eravate? Te, Corsi e Ciro?’ Capitta risponde volutamente in modo generico per proteggere Vittorio Lauria, unico fidanzato del gruppo.

Latest Posts

imperdibili