giovedì, Dicembre 1, 2022

Ultimi articoli

Beppe Vessicchio contro Maria De Filippi: “Non produce più niente, mi sono sentito spaesato”

Dopo 11 anni dall’addio definitivo ad Amici di Maria De Filippi, Beppe Vessicchio torna a parlare della rottura col talent show e spiega di non aver vissuto alcun pentimento.

Beppe Vessicchio e l’addio ad Amici

Il professionista, intervistato dal Corriere della Sera, ha fatto parte del cast di Amici dal 2001 al 2012 (per poi tornare nel 2018-2020). Il suo ruolo era quello di insegnante di musica e direttore d’orchestra. “C’è stato un momento della mia carriera in cui lavoravo moltissimo e soprattutto in televisione – dice oggi – C’era la serialità di Amici e di tanti altri programmi, una popolarità diffusa, capillare. Lusinghiera, non lo nascondo. Ma io sentivo che mi stavo immettendo in un’autostrada in cui facevo le cose per un senso di inerzia, per dovere, per lavoro. Poi, a un certo punto, la serialità televisiva si interruppe. Per tanti motivi, incluso un sano ricambio di personaggi”.

“In un primo momento rimasi spaesato, senza equilibrio – prosegue Vessicchio – Ma dopo mi sono accorto che senza quel senso di ripetitività potevo fertilizzare la mia musica. E così ho ripreso in mano un pezzo che avevo cominciato a comporre da ragazzo, ho iniziato delle collaborazioni, magari meno stabili ma che mi danno tanta soddisfazione”.

“Amici non è più lo stesso di prima – aveva commentato – In televisione, come dice la signora De Filippi, per resistere è necessario saper cambiare pelle. E Amici, in quanto a numeri, va bene. Solo, trovo sia un po’ di tempo che non produce più niente, che vive una sorta di stanchezza”.”Il programma si chiamava Saranno Famosi. Mi chiesero se potesse farmi piacere partecipare all’ipotesi di una scuola d’arte si parlava di personaggi con uno spessore culturale enorme”.

Beppe Vessicchio bisnonno

Il maestro sta trascorrendo in Abruzzo le vacanze estive. E’ già bisnonno a 65 anni di due nipotine di un anno una e pochi mesi l’altra. “Spero che sia loro che i tanti giovani che seguono il mio lavoro non perdano mai di vista il vero motivo per cui si fa qualcosa. Specie se, come me, ci si occupa di musica, di arte. Vedo tanta ansia di concretizzazione: fama, stabilità, soldi. Così però ci si inaridisce”.

Beppe Vessicchio Maria De Filippi

Latest Posts

imperdibili