13enne suicida, la mamma: “Bullizzata da un gruppo di compagne”

Una bambina di 13 anni dopo essere continuamente bullizzata si è tolta la vita a Roma. La mamma ha raccontato al Messaggero la vicenda, nel dolore della perdita. Le compagne si erano poste contro di lei e hanno perpetuato nel tempo la loro posizione, la donna ha chiesto anche di cambiare classe alla figlia senza però ricevere aiuto.

«Una prima volta a dicembre poi a gennaio dello scorso anno scolastico, chiesi di farle cambiare la sezione, ma mi risposero che non si poteva. Mia figlia finì al pronto soccorso, si fece male a un dito. Era un episodio di autolesionismo. Si è perso tanto tempo e la pandemia poi ha complicato tutto. Quando il 13 luglio sono tornata a scuola per restituire il tablet della Dad, allora, ho alzato la voce. All’inizio mi dissero che sarebbe stato più facile cambiare scuola, ma è vicino casa. Alla fine hanno accettato e le cose, effettivamente sembravano andare meglio» racconta la mamma.

«Perché quando le chiedevo come stai?, lei mi rispondeva bene. Ma avevo capito che ultimamente le bulle erano tornate in azione. C’è stato un episodio di pochi giorni fa di cui ho parlato con i carabinieri. E poi c’è tutto un mondo che non conosco…» spiega, facendo anche riferimento ai social dove teme che la figlia sia stata presa di mira.

About Author /

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search